lunedì 19 dicembre 2016

Quella sporca mezza dozzina


Rogue One è uno spin off della saga di Star Wars che si colloca temporalmente prima del quarto episodio. Una squadra di ribelli guidata da Jyn Erso deve procurarsi i progetti della Morte Nera in un archivio dell'Impero. Si sa come va a finire.
Il film, diretto dal giovane Gareth Edwards, si avvale di un buon cast, è ottimamente confezionato e perfettamente coerente visivamente con l'universo ruggine e sfatto del capostipite. Felicity Jones è una convincente eroina riluttante e ci regala un'altra figura di donna forte e combattiva catapultata in una battaglia più grande di lei.
Pur osando un finale piuttosto sorprendente (ma perfettamente logico), gli ingredienti della trama non si discostano molto dall'universo di fiabe e miti da cui attinge un po' tutta la saga, anche se qui la storia sembra strizzare l'occhio anche ai film di guerra tipo Quella sporca dozzina.
Rogue One sembra confezionato per non scontentare nessun fan. E infatti si prova un certo brivido quando finalmente compare Darth Vader (uno dei pochi personaggi storici presenti nel film) con la sua bella spada laser sguainata. E si incontra poi con un certo sconcerto anche un redivivo Peter Cushing (digitale) nel ruolo di Tarkin. Quanta nostalgia!
Però da uno spin off mi sarei aspettato un po' più di coraggio nell'esplorare qualche soluzione più originale e personale nella messa in scena. Ma evidentemente si tratta sempre di un prodotto che orbita nell'ingombrante franchising multimilionario di Star Wars e la libertà creativa viene tenuta a bada con il guinzaglio corto.

Rogue One: A Star Wars Story (USA 2016)
Un film di Gareth Edwards. 
Con Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed. 
Durata 133 min. 

Nessun commento:

Posta un commento